Feste e Sagre

Stampa

LE RICORRENZE RELIGIOSE

La presenza a Chiusa Sclafani di un alto numero di edifici religiosi e la sua ricca storia hanno influenzato un movimento culturale e religioso che trova la sua consacrazione in innumerevoli manifestazioni sospese tra sacralità ed il contatto con usanze e tradizioni popolari. Il primo giorno dell'anno inizia questa lunga sequela di manifestazioni a Chiusa con la "Nisciuta du Bamminu". che,  portato a braccia da fedeli, viene fatto entrare in tutte le case del paese, ove viene accolto devotamente ricevendo doni in natura. Il Carnevale è per il paese periodo di grande festa, di riposo per le maestranze e gli artigiani che si preparano alla Quaresima con grande gioia festeggiando nei circoli, uno per ogni ceto professionale, con suoni, canti e balli. Molto sentita è anche la tradizionale festa di San Giuseppe, in occasione della quale oltre alla preparazione dei tipici "Altari", viene preparato il classico banchetto per i poveri, "denominati Santi", durante il quale si consumano alcuni dei piatti tipici della gastronomia locale. Il venerdì Santo si svolge una delle manifestazioni più suggestive e partecipate del paese, con la processione dell’urna del Cristo morto seguito dall’Addolorata. Ogni anno, nei tre giorni successivi la Pentecoste, viene celebrata la festa del SS. Crocifisso, pregiata scultura lignea realizzata da Ignazio Marabitti , conservata nella Chiesa di S. Caterina. Nella prima quindicina di Agosto viene festeggiata La Madonna Assunta durante la cui festa vengono preparati altari di canne verdi ricoperti da pregiate stoffe ricamate. Al centro dell'altare è posto il quadro della Madonna del Balzo. L'ultima domenica di agosto viene festeggiata "La Madonna delle Lacrime", ricorrenza legata alla miracolosa lacrimazione di un quadro della Madonna avvenuta il 7 novembre del 1835. La festa di San Nicola, Patrono del paese, che viene celebrato con una Messa solenne dopo la quale vengono benedetti i panuzzi di San Nicola, tipiche pagnotte che successivamente vengono distribuite ai fedeli. Per Santa Lucia, il 13 dicembre, si svolge il pellegrinaggio dei chiusesi al santuario dedicato alla Santa ed è giorno di digiuno rotto dal solo consumo della cuccia, un piatto a base di frumento e ceci. Tra le manifestazione laiche è da ricordare la Fiera di San Bartolomeo il 24-25 agosto, la Sagra delle ciliegie la prima quindicina di giugno, la Sagra delle pesche alla metà di agosto nella Frazione di San Carlo, e la Sagra dell'olio e dell’oliva da mensa Giarraffa a novembre.

 

Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Cliccando su Chiudi acconsenti all'uso dei cookie. Per approfondire o opporsi al consenso di tutti o di alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per approfondire o opporsi al consenso di tutti o di alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Accetto i cookies provenienti da questo sito.